Punto giochi – La mia rivincita

Arrivo sempre trafelata, siccome mi conosco metto magari due paia di calzini antiscivolo cosi anche se quelli che ho portato a casa da lavare la settimana prima sono rimasti ancora sullo stendino la mia bimba non sara' scalza ("tanto se li leva dopo tre minuti" e' la giustificazione che MI darei nel caso non ci fossero i calzini nella borsa!), devo tatuarmi i giorni di chiusura perche' non me li ricordo mai, mi sembra di aver sempre poco o niente (piu' niente che poco) da condividere con le chiacchere mattutine delle altre mamme (forse perche' l'orario in cui lascio la bambina al punto giochi e' lo stesso in cui DOVREI gia' essere alla scrivania!), insomma "stono" un pochetto all'interno del gruppo.

Ma come sempre accade nelle favole …

Festa di natale Abbiamo passato due ore con LORO nel LORO territorio con i LORO giochi i LORO ritmi.
E' arrivato il momento delle canzoni, Sara manco a dirlo in prima fila (ballare e cantare sono le sue attivita' preferite al momento) e via di canzoncine filastrocche mimate e udite udite io ero la sola che le conosceva e le ballava. Stupita la mamma da parte a me dice : ah ma le conosci. Certo! me le insegna Sara (vero eh!)

Jeppa!!!!!!!!!!!!!

Punto giochi – La mia rivincitaultima modifica: 2007-01-08T12:38:51+01:00da matraca
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Punto giochi – La mia rivincita

Lascia un commento