Asilo :terzo giorno

Appena sveglia Sara mi comunica felice che oggi non va all’asilo ma va dalla nonna

Io allora le rifilo il bel discorsetto (non del tutto vero ma si sa son bambini e credono anche loro ancora a babbo natale) del tutti vanno a scuola al lavoro all’asilo ecc ecc.

Mi guarda poco convinta e mi comunica che allora lei andra’ in palestra da Sonia

Eh ma anche Sonia va a portare i suoi bambini a scuola e poi al lavoro ecc ecc

Un po’ perplessa ci riflette su e poi , giusto per accontentarmi, mi comunica “ok vado all’asilo ma e’ l’ultimo giorno”

L’ho lasciata con il “magone” e gli occhioni che si sarebbero presto riempiendo di lacrime.
Come son sparita dalla sua vista anche io ho lasciato pian piano salire il mio “magone”

 

nota : il magone non e’ il mago grosso! Da noi indica quel momento che vien poco prima delle lacrime

Asilo :terzo giornoultima modifica: 2007-09-12T10:59:39+02:00da matraca
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Asilo :terzo giorno

  1. Ti giuro, mi tremano i polsi. Io che vorrei mandare Diego al nido a sei mesi (se me lo prendono ovviamente), in modo da poter tornare al lavoro….
    Mi tremano i polsi….

  2. Bè il gioco è bello quando dura poco… dai, che presto farà amicizia e poi ci prenderà gusto, non più della novità, ma dell’abitudine… che ai bimbi piacciono le abitudini, si creerà la sua “balotta” e non la schioderai più! Almeno Thomas ha fatto così e me ne aspetto di cotte e di crude, da lunedì prossimo… prima elementare!!!

I commenti sono chiusi.