Pippe

“Pippe” Mi risponde la maestra di piano “è che o partorisci figli o partorisci Pippe, più passa il tempo, più invecchiamo e più non facciamo figli, più aumentano le nostre Pippe. Vale per gli uomini e per le donne

Siam tutti grandi e vaccinati, penso, siam tutti grandi e vaccinati eppure ci facciamo un sacco di Pippe, noi che a 25/35 anni ancora non abbiam partorito fanciulli, ma che siamo gravidi di Pippe di vario genere.

Tutto questo per dire che penso che l’essere umano non sia fatto per prendersi cura di se e se soltanto per troppo a lungo, il troppo amore per se stessi è come la maionese che impazzisce.
Se ci dai con troppa foga poi diventa grumosa e schifosa ed è tutto impegno sprecato per fare una cosa buona che poi ti si ritorce contro.

E secondo me di gente di maionese impazzita in giro ce n’è un sacco.

Questo è il post originale: http://zuccagialla.blogs.it/2007/11/03/pippe~3241282#trackbacks

Io, che i prossimi saranno 40 e ho partorito una figlia, ogni tanto penso a come sarebbe stata la mia vita oggi se non avessi avuto questa figlia. 

Non concordo sul fatto che chi ha partorito figli non partorisca pippe. 

Mentre concordo pienamente con il resto e la metafora della maionese e’ stupenda.

Pippeultima modifica: 2007-11-07T12:35:00+01:00da matraca
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Pippe

I commenti sono chiusi.