D’amore e di altre sciocchezze

In ufficio si parlava di diritti e doveri derivanti dal matrimonio
L’articolo 144 del codice precisa che i coniugi concordano tra loro l’indirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa.
Il dilemma, non mio che non siamo andati oltre alla richiesta di matrimonio, e’ stato : eh ma se ti sposi devi spostare la residenza.
A parte che non capisco perche’ io e non lui….
A parte che dove sta la motivazione di avere una residenza comune se non abbiamo vita comune. La nostra vita famigliare prevede io e nostra figlia qui e lui la. Le esigenze mie sono qui e le esigenze sue sono la. E questa cosa fa funzionare la nostra famiglia per cui potremmo anche dire che e’ parte delle nostre esigenze per cui parte predominante del nostro vivere (vabbe’ si forse e’ esagerato ma se serve dichiararlo noi lo dichiariamo perche’ entrambi troviamo anche dei lati positivi rispetto a questo vivere separati)
Per cui di puntiglio e’ scattato il DOBBIAMO CAPIRE (io e Simona sia chiaro mica io e Massimiliano!) SE E’ OBBLIGATORIO e soprattutto PERCHE’ .
E nessuno dica di logica e’ cosi che vorrei dire non abbiamo vita comune non viviamo sotto lo stesso tetto per cui chi l’ha dichiarato che per avere uguali diritti e doveri dobbiamo avere lo stesso divano?

Ieri parlando con Massi racconto il dilemma della giornata

Sai pare che sia necessario che tu porti qui la residenza se ci sposiamo (che son partita subito con il piede giusto !)
AH si?
Si perche’ uno degli articoli sulla famiglia del codice civile dice cosi
AH Ma sei sicura?
No naturalmente , informati dai Cosi eviti a me e Simona di dover cercare e chiedere…e poi tutti quelli a cui l’ho chiesto mi dicono ma dai allora ti sposi e li a dire no non mi sposo eh ma perche’ non ti sposi si ma guarda che mi sposero’ prima o poi ecc ecc non devi sentire per caso l’avvocato?
Hai deciso allora? ci sposiamo? ecco lui per primo!
No naturalmente ma ho deciso che voglio sapere questa cosa che io non so se ti voglio residente con me, gia’ prima avevo lo sconto single sulla tassa dei rifiuti poi e’ arrivata Sara e l’ho perso se arrivi anche tu aumenta pure quella

Mi informero’ se da lui si paga meno …

D’amore e di altre sciocchezzeultima modifica: 2008-07-03T16:00:00+02:00da matraca
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “D’amore e di altre sciocchezze

  1. Siccome la verità sta nel mezzo perché non prendete una bella casa in affitto a metà strada poi ci prendete entrambi la residenza? Basta un monolocale, tanto mica lo abitate, è solo “fittizio”… l’esatta metà fra te e lui è nella zona fra Cologno Monzese e Paderno Dugnano, vedete voi quale preferite 😉

    Oh, mi sono informata eh? Ho guardato Google mappe!

  2. grazie! in effetti no, nemmeno in grecia mi hanno concesso asilo. comincio a pensare di avere qualcosa che non va. 🙂

  3. Intanto la residenza potrebbe prenderla lui da te, visto che è più facile spostare uno di due ^_^
    Secondariamente la domiciliazione può essere diversa e quindi restare dov’è.

I commenti sono chiusi.