Sia messo agli atti che la ruota gira

Capita un giorno di ricevere una mail e di essere talmente impegnata a sbucciare ravanelli (piu’ o meno) da non rispondere subito alla mail.

Capita praticamente tre secondi dopo aver letto questa mail di scrivere a una cara Amica che io considero praticamente parte della mia famiglia una mail oggetto : “Sia messo agli atti che la ruota gira”

Capita che l’amica in questione ci faccia un post dove racconta esattamente i pensieri le considerazioni e gli stati d’animo di quel momento. 

C’è questa gran donna, che io considero parte della mia famiglia, che come ognuno di noi ha avuto alti e bassi e, sempre come ognuno di noi (io sicuro), ha gettato più volte perle ai porci. Poi tant’è, le cose cambiano, il tempo non è un gambero e non c’è più la mezza stagione, un bel giorno ha realizzato più o meno cosa era giusto e cosa sbagliato, ha fatto una specie di convergenza della sua vita, ha capito che non si salva chi non vuole essere salvato e, semplicemente e senza grosso clamore, si è sganciata da una situazione che più che una situazione era un cul-de-sac.
Poi succede che l’assassino torna sempre sul luogo del delitto e quindi, recentemente, le è arrivata una e-mail di ciao come stai, di sai che ti penso spesso, di sai che non convivo più (ma tu pensa che originale: un uomo smette una convivenza e torna a cercare nel passato! Non l’avevo mai sentita questa), di sai che a volte ripenso, di ho voglia di vederti.

Io non lo so che cosa gli ha risposto, ma se non è stata impegnata in cose più edificanti come sbucciare i ravanelli (probabile) penso gli avrà risposto sai ho una figlia meravigliosa, ho un compagno che ogni tanto strozzerei da quanto lo amo e che si fa crescere la barba solo perché glielo chiedo, ho un lavoro incasinatissimo che mi dà fastidio e soddisfazione in misura equa, la mia famiglia sta bene e insomma sono spudoratamente felice.

(che poi, figlia e barba a parte, potrei dire le stesse cose)

E allora penso che la parte più bella di una rivincita sia che quando arriva il momento di prendersela non se ne ha più voglia. E allora penso chi vorrei tornasse a cercarmi? E mi rispondo nessuno, per carità! E cazzarola, è pur tutta gente per cui ho sofferto, che mi sembrava così importante.

E allora sul serio oggi è quel domani che ieri ti faceva preoccupare.

E allora sul serio sono spudoratamente felice anche io.

Sia messo agli atti che la ruota giraultima modifica: 2009-02-04T18:36:00+01:00da matraca
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Sia messo agli atti che la ruota gira

Lascia un commento