Nel frattempo

10 giorni di vacanza.
Cose da far dire lunedi 10 gennaio  meno male vado a lavorare cosi riprendo un attimo i contatti con la realta’ che non e’ fatta (ahno???) solo di alzarsi quando si aprono gli occhi, di addormentarsi quando si chiudono gli occhi, di una serie interminabile di film assurdi (e orrendi come Alice in wonderland una grandissima delusione ), partite senza sosta a UNO (ma dove son stata 42 anni senza conoscere questo gioco ) , colazioni pranzi cene e merende seguendo i brontolii dello stomaco, tantissimi libri , nessun telegiornale, tanti amici , tante chiacchere, tanto famiglia.
Abbiamo poi a fatica ripreso i ritmi , tipo che siamo riuscite solo mercoledi dopo una settimana e mezza ad arrivare a scuola prima del suono delle campanelle , due volte anche dopo la seconda (tutti in classe gia’ seduti con la maestra) . Un inizio intenso pieno di verifiche per i risultati da mettere in pagelle (cosa che naturalmente ho percepito io parlottando con le mamme fuori da scuola e dalle pochissime notizie trapelate dai miei interrogatori a Sara)
Non e’ che non parla eh , anzi… e’ che per lei ha piu’ importanza raccontarmi che Chiara compie gli anni proprio il giorno di natale . La vita e’ fatta di priorita’ .
Abbiamo fatto nostri tanti nuovi concetti seguente precedente , conosciamo i sensi, leggiamo e scriviamo. Quando il fine settimana passo quei 10 minuti di relax a sfogliare il lavoro che han fatto in settimana mi stupisco sempre e cerco di carpire e a volte di capire i nuovi metodi di insegnamento (ho invece perso la speranza di capire le valutazioni numeriche delle verifiche) 
Abbiamo anche ripreso gli allenamenti di pallavolo e abbiamo anche provato ad arbitrare… Sara e’ dentro o fuori la palla? …un po’ dentro e un po’ fuori e’ stato il verdetto ! Non possiamo ancora partecipare alle partite dobbiamo compiere 7 anni ma riusciamo a capire le regole del gioco e giocare una partita .
Il corso di nuoto e’ finito e’ andato benissimo, aspettiamo che Camilla finisca quello di sci e poi ancora un ciclo con Valeria per finire gli stili e le basi ci sono tutte. Siamo anche nella fase “merenda salutare ” lei e “cerchiamo di mangiar sano e meglio” io . Il papa’ ringrazia che per cinque giorni lui mangia dalla sua mamma e spera che nei due giorni che mangia con noi non ci sia minestra di verdura e pesce (lo sai che ti amo anche se la tua religione ti vieta di mangiare il mio minestrone) . C’e’ poi anche la novita’ dell’oratorio. La domenica pomeriggio dalle 14 alle 17. E’ , che lo dico a fare, entusiasta anche di quello.  E  io e Massi ci siamo trovati ad avere una finestra di tre ore tutte per noi e solo per noi che ci sembra di tornare indietro nei tempi!
Naturalmente essendo una bambina che si fa un sacco di domande e curiosa e anche nell’ambito religioso ha i suoi perche’.
Prima voleva conoscere Gesu’ vederlo anche lei , e li a spiegarle che e’ morto tantissimi anni fa . Eh ma lui e’ in cielo? Ehmmm si , allora se io vado su lo conosco. Mentre Massi era impegnato “a toccarsi le palle”  ho cercato di spiegarle il concetto del “io vado su” che non prevede pare al momento un biglietto di ritorno per cui dovremmo almeno per quello essere riusciti (io a dire il vero perche’ Massi era sempre li che si toccava e diceva ma non possiamo cambiare argomento per favore)  a dare una spiegazione.
Adesso pero’ lei vuole capire perche’ lei ha una mamma io ho una mamma Gesu’ ha una mamma ..e Dio ce l’ha una mamma ? ehmmm no…e allora da dove viene Lui?

Anche io naturalmente mi faccio delle domande riguardo la religione tipo…ma perche’ ho messo la X su quel modulo …….

** naturalmente ne sono uscita brillantemente con un…ma sai che non me lo ricordo…chiedilo a Raffaella (maestra di religione) o a Don Mario domenica cosi poi lo dici anche a me che voglio saperlo.

Nel frattempoultima modifica: 2011-01-21T10:03:00+01:00da matraca
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Nel frattempo

Lascia un commento